Naufragio nell’ignoto di W.H. Hodgson

Da quando la nave di Ulisse venne ingoiata dalle onde, un naufragio singolare come questo della «Glen Carrig» non si era mai visto. William Hope Hodgson, uno dei maestri più noti della narrativa fantastica contemporanea e ispiratore di H.P. Lovecraft, ce ne narra in questo celebre classico le conseguenze. Perduti in un mare che vede sorgere dai suoi abissi creature sconosciute e forze incontrollabili, i protagonisti sono costretti di volta in volta ad affacciarsi loro malgrado alle soglie dell’ignoto: le varie terre da essi toccate diventano le isole di un arcipelago di sogno in cui realtà e simbolo si fondono in maniera inestricabile. Marinaio come Conrad e Melville, Hodgson ha visto negli oceani non soltanto l’aspetto avventuroso, ma soprattutto il lato occulto e terrificante dell’Abisso generatore di tenebre e di mostri. Due noti critici specializzati hanno definito questo libro, che diede la fama al suo autore: «Un romanzo unico in tutta la letteratura per la sua atmosfera onirica, la spettrale stranezza, il terrore da incubo» (Lin Carter), e «Uno splendido romanzo di avventure dell’orrore in ambiente marinaro» (L. Sprague de Camp).

Editore: FanucciPrezzo: L. 2.200
Collana: Futuro. Biblioteca di fantascienzaCopertina flessibile
180 pagineIn vendita da marzo 1974

W.H. Hodgson

William Hope Hodgson nacque nel 1877, figlio di un ecclesiastico dell’Essex (Gran Bretagna). Giovanissimo lasciò la famiglia e s’imbarcò navigando per otto anni: questo periodo segnò profondamente la sua attività creatrice. In seguito, stabilitosi con la moglie nel Sud della Francia, iniziò la sua attività di scrittore. Nel 1907 pubblicò The Boats of the ‘Glen Carrig’, che qui si presenta, il cui successo lo indusse a continuare nella medesima vena. Nel 1908 apparve The House on the Borderland e, nel 1909, The Ghost Pirates. Nel 1914 apparvero poi il monumentale The Night Land ed i racconti Men of the Deep Waters. Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale tornò in Inghilterra arruolandosi nell’esercito del suo Paese. Nell’aprile 1918 una granata tedesca, caduta sul suo posto di osservazione, lo uccise a soli 43 anni. Postume apparvero due raccolte di poesie.

Sending
User Review
0 (0 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 − 1 =