Quarta fase di Raphael A. Lafferty

L’uomo è davvero padrone del suo destino, o è soltanto una marionetta, mossa da entità superiori? La storia delle sette persone che vogliono cambiare il mondo e del giovanotto che comincia a indagare su di esse, narrata dall’autore del Maestro del Passato. «R. A. Lafferty ha sempre “fatto parte per se stesso”; mai, però, come in questo libro. Che è sfrenato, sottile, demoniaco, angelico, ridanciano, tragico, poetico, un tempestoso melodramma e un viaggio di avventure cavalleresche nelle profondità dello spirito umano. Vi tornerà in mente a lungo e probabilmente lo rileggerete più volte» (Poul Anderson). «I perseguitati dagli dèi dovrebbero aver letto, prima, Quarta fase. Il paragone più calzante ch’io riesca a trovare a suo proposito è quello di un “mistero profano”, di una “moralità” psichedelica, in cui le Virtù e i Vizi sgattaiolano continuamente dentro e fuori del palcoscenico, scambiandosi le maschere. Ci si stacca da questo libro come si esce da un sogno» (Roger Zelazny). «Sostanzialmente, questo romanzo è una ripresa della storia di Parsifal. Quella, cioè, del “puro folle” che resiste a tutte le tentazioni, raggiunge la saggezza attraverso la sofferenza e perciò può assumersi la tutela del Graal togliendolo dalle mani di coloro che sono stati menomati dal peccato. La sua parte è recitata da un giovane reporter, Freddy Foley, che si trova via via alle prese con una combriccola ristretta i cui componenti cercano di diventare superuomini per mezzo di una “tessitura cerebrale”, poi con una più vasta consorteria che sfrutta la longevità per manipolare il mondo (ma che sembra a sua volta esserne posseduta), con un dittatore sorgente che a questi si oppone, e con una soprannaturale confraternita cristiana… Nello schema generale, l’uomo comune sarebbe il verme. Val la pena di seguire da vicino e con un grano di sale il sistema di simboli. È coerente e pregnante, e le pazze peripezie del romanzo, senza di esso, apparirebbero solo caotiche. Con esso, il libro è chiarissimo» (James Blish).

Editore: NordPrezzo: L. 3.200
Collana: SF Narrativa d’AnticipazioneCopertina flessibile
244 pagineIn vendita da marzo 1974

Raphael Aloysius Lafferty

Nato nello Iowa nel secondo decennio del secolo, fu portato a quattro anni nell’Oklahoma, dov’è rimasto da allora, fatta eccezione per qualche viaggio e per il servizio militare. Egli si definisce un «ingegnere elettrotecnico da scuola per corrispondenza», che ha lavorato per gran parte della vita presso ditte di impianti elettrici. Autore di numerosi racconti e di alcuni romanzi, il suo Maestro del passato, da noi pubblicato nella collana Cosmo ha raccolto consensi eccezionali, vastissimi.

Sending
User Review
0 (0 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − 9 =