Episodio temporale di Philip K. Dick

Ecco che Philip K. Dick segue i passi di A.E. van Vogt nei giorni di Non-A, e con ottimo risultato. Jason Taverner, star di una delle principali trasmissioni televisive del 1988, finisce all’ospedale dopo che un’attricetta licenziata lo ha colpito con una spugna di Callisto, animale mortale per l’uomo… e si sveglia in un hotel di infimo ordine, privo di tutti i documenti d’identità, ma con ancora un mucchio di soldi in tasca. Qui, a poco a poco, egli scopre di non esistere. Nessuno ha mai sentito parlare di lui o del suo show televisivo. Gli amici non l’hanno mai visto. Non c’è alcuna testimonianza della sua nascita o della sua vita negli archivi di uno dei più antipatici Stati di Polizia che potete immaginare. Egli usa il denaro che ha in tasca per comprarsi una serie di documenti d’identità falsi… e viene immediatamente segnalato alla polizia. «A questo punto la prospettiva cambia, e noi vediamo il mistero di Jason Taverner dal punto di vista della polizia. Non può esistere un uomo, nel mondo dei poliziotti, che sia privo di documentazione negli archivi. E se qualche organizzazione sovversiva fantasticamente potente riesce a togliere dagli archivi di un’intera nazione ogni riferimento a una determinata persona, allora i poliziotti vogliono scoprirla per distruggerla il più rapidamente possibile… esattamente come vorrebbero fare con gli “studenti” che si nascondono tra le rovine delle vecchie Università, o i sospetti traditori che muoiono nei campi di lavoro forzato. Ma qualcuno aiuta Taverner a scappare, poi egli viene narcotizzato… e l’incubo ha inizio.» (P.S. Miller, su Analog.) Episodio temporale è l’ultimo romanzo scritto da Dick: un romanzo estremamente attuale, che in America si è classificato ai primi posti – subito dopo I reietti dell’altro pianeta di Ursula K. Le Guin, Pubblicato in questa stessa collana – agli annuali premi Hugo e Nebula per il miglior romanzo di fantascienza.

Editore: NordPrezzo: L. 3.000
Collana: SF Narrativa d’AnticipazioneCopertina flessibile
216 pagineIn vendita da agosto 1976

Philip K. Dick

Philip Kindred Dick è nato a Chicago nel 1928 e scrive fantascienza dal 1952. Tra gli scrittori di fantascienza contemporanei è uno di coloro che hanno maggiormente destato l’interesse della critica accademica, insieme con Kurt Vonnegut e Ursula K. Le Guin. Tra le sue opere più note ricordiamo Il tempo si è spezzato, L’occhio nel cielo, La svastica sul sole, che nel 1963 vinse il premio Hugo per il miglior romanzo di fantascienza dell’anno. Di Philip K. Dick l’Editrice Nord ha pubblicato i romanzi Illusione di potere e Noi marziani nella collana Cosmo Argento.

Sending
User Review
0 (0 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 12 =