Codice 4GH di John Brunner

Codice 4GH può essere considerato il completamento di una ideale trilogia di romanzi impegnati socialmente, comprendente: Tutti a Zanzibar, opera basata sul problema della sovrappopolazione; Il gregge alza la testa, una denuncia drammatica ed esplosiva dell’inquinamento ecologico del nostro pianeta. Codice 4GH è invece imperniato sullo stimolante studio del prossimo futuro, compiuto dallo scienziato Alvin Toffler nel suo Future shock. Lo shock di cui tratta Toffler, e del quale soffre l’umanità del 2100, deriva dall’incapacità di abituarsi al ritmo frenetico dei cambiamenti tecnologici e delle ripercussioni sociali che ne conseguono. La vita è estremamente complicata. La gente si muove in continuazione, cambia residenza, opera lavorativamente oggi in un luogo domani in un altro. Per tener testa ad una società così freneticamente organizzata non c’è che un enorme computer nel quale vengono immagazzinati giornalmente i dati riguardanti qualsiasi cittadino. Il computer è in grado di ricordare le identità, le transazioni commerciali, i mutamenti di qualsiasi genere della vita di ogni persona. Chiunque ha libero accesso alle informazioni contenute nel computer; chiunque può sapere istantaneamente qualsiasi notizia riguardante le altre persone. In pratica ogni uomo è ridotto ad un semplice «bit» nei terminali del gigantesco mostro elettronico. Una drammatica spersonalizzazione che è diventata regola di vita. Sullo sfondo di questo quadro impressionante si inserisce la storia di Nick Haflinger, un giovane «allevato» a Tarnover, la località segreta dove il governo addestra i giovani con quoziente intellettivo superiore alla media, a diventare geni dediti al futuro governo della nazione.

Editore: NordPrezzo: L. 3.500
Collana: SF Narrativa d’AnticipazioneCopertina flessibile
250 pagineIn vendita da aprile 1979

John Brunner

Nato il 24 settembre 1934 nei dintorni di Oxford, in Inghilterra, ha studiato lingue moderne al Cheltenham College di Oxford. Pubblicò il suo primo paperback di fantascienza quando era ancora studente. Scrittore professionista fin dal lontano 1958, ha prodotto decine e decine di romanzi di sf, di gialli, di libri di spionaggio e di narrativa normale. Dal 1965 ha intensificato la sua produzione più «seria», producendo opere più mature come Il telepatico (Cosmo Oro), Il gregge alza la testa (SF Narrativa d’Anticipazione) e Tutti a Zanzibar (premio Hugo 1969, apparso anch’esso nella collana SF Narrativa d’Anticipazione). Tra le opere di genere avventuroso, la Nord ha pubblicato Conquista del caos, Eclissi totale, Effetto tempo e Impero interstellare (tutti nella collana Cosmo Argento).

Sending
User Review
0 (0 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette + 14 =