La falce dei cieli di Ursula Le Guin

Sognare un mondo diverso può essere piacevole, ma essere costretti a viverci può essere terribile: così ci insegna Ursula Le Guin in questo suo stimolante romanzo, che ha riscosso i massimi apprezzamenti della critica americana. George Orr è un normalissimo giovanotto del 2002, ma ha la bizzarra convinzione che i suoi sogni modifichino la realtà. Varie volte ha sognato qualche episodio immaginario, e poi, al suo risveglio, si è accorto che non era più immaginario: l’episodio sognato aveva preso il posto della realtà, ma soltanto lui si accorgeva della differenza. Un classico esempio di disturbo mentale, sentenziano le autorità sanitarie: il nostro giovanotto viene affidato allo psichiatra. E lo psichiatra si accorge che Orr dice la verità… che è depositario di uno smisurato potere! Comincia così lo strano sodalizio tra il giovanotto che cambia il mondo con i propri sogni e lo scienziato che intende usarlo per costruire un mondo migliore.

Editore: NordPrezzo: L. 5.000
Collana: SF Narrativa d’AnticipazioneCopertina flessibile
170 pagineIn vendita da maggio 1983

Ursula Le Guin

Ursula Kroeber Le Guin è nata a Berkley, California, nel 1929 e si è interessata di fantasy e fantascienza fin dalla prima infanzia. Ha iniziato a scrivere racconti nel 1962, ma la notorietà è giunta solo nel 1969, anno in cui ha vinto i premi Hugo e Nebula per II romanzo La mano sinistra delle tenebre. In seguito ha rivinto altre tre volte l’Hugo e un’altra volta il Nebula. Ha ricevuto inoltre vari altri premi per la trilogia fantastica di Earthsea, pubblicata In Italia dalla Nord nella Fantacollana. Il suo massimo capolavoro è I reietti dell’altro pianeta, premio Hugo e Nebula 1975, ma tra le sue altre opere di rilievo vanno citati i romanzi Il mondo della foresta, Pianeta dell’esilio, La soglia, questo La falce dei cieli e l’antologia I dodici punti cardinali.

Sending
User Review
0 (0 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 − cinque =