Il tempo è il solo nemico di Michael Bishop

In questo strepitoso romanzo pieno di idee provocative e di concetti interessanti Michael Bishop combina un’immaginifica estrapolazione sulle radici dell’umanità con il suo interesse per l’antropologia e un’affascinante visione della tecnologia futura. John Monegal, figlio adottivo di una coppia di americani dell’Air Force, cresce senza radici, solo, alienato, crucciato da visioni e sogni incredibilmente vividi di creature primitive e semiumane che vivono in un mondo preistorico e popolano la sua coscienza di scene del passato più remoto. Ormai adulto John viene reclutato per un progetto segreto basato su esperimenti riguardanti il viaggio nel tempo. Nel corso di queste ricerche John viene mandato un milione di anni nel passato, nelle pianure dell’Africa Centrale del lontano Pleistocene, terra di bestie strane e di umani ancora più strani. Ma sarà proprio qui, in questa terra remota di vulcani e terremoti, che John Monegal scoprirà per la prima volta chi è realmente: qui, solo, impegnato in una difficile lotta per la sopravvivenza, in attesa di un soccorso che forse non arriverà mai, egli ritroverà le improbabili visioni della sua infanzia e gli antenati dell’uomo.

Editore: NordPrezzo: L. 8.000
Collana: SF Narrativa d’AnticipazioneCopertina flessibile
346 pagineIn vendita da giugno 1984

Michael Bishop

Nato nei 1945, laureatosi in lettere inglesi all’università della Georgia, è uno dei migliori tra i nuovi autori di fantascienza. Sposato e con due figli, Bishop vive a Pine Mountain, in Georgia, ed è scrittore professionista. Nel corso della sua pur breve carriera è già stato nominato nove volte per i premi Hugo e Nebula ed ha vinto il premio Nebula nel 1983 con questo magnifico romanzo pieno di idee e concetti intelligenti e interessanti.

Sending
User Review
0 (0 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 5 =