Il cyborg: Saggio sull’uomo artificiale di Antonio Caronia

Il cyborg abita l’immaginario popolare ma si muove anche nei regni più concreti della produzione materiale e immateriale: illuminando i rapporti fra reale e immaginario, esprime bene la nuova epoca in cui quest’ultimo diviene forza direttamente produttiva. Nato sulle pagine delle riviste pulp di fantascienza negli anni Venti e Trenta del Novecento, eroe dell’epopea cyberpunk, nella sua storia breve ma densa il cyborg ha di volta in volta seguito e anticipato il rapporto e il conflitto fra uomo e macchina. Oggi il cyborg si ritrova anche nella disseminazione dei corpi multipli, nelle reti telematiche, nelle derive dell’identità individuale, nelle nuove aggregazioni collettive mediate dal software: è un ponte fra virtualità e concretezza, fra possibilità e necessità. E può quindi diventare, come ha proposto Donna Haraway, un terreno di conflitto sociale, una delle nuove figure in cui si incarna la prospettiva della biopolitica.

Editore: Shake EdizioniPrezzo: € 7,99
Collana: CyberpunklineEbook
ISBN: 9788888865508In vendita dal 5 luglio 2021
155 pagine

Antonio Caronia

Nato a Genova nel 1944 e morto a Milano nel 2013, Antonio Caronia, con una profonda formazione scientifica, esperienze politiche e interessi filosofici, si muove fra la teoria della comunicazione e l’antropologia della tecnica. Interessato agli effetti politici dell’innovazione tecnologica e agli aspetti estetici del comportamento sociale in relazione alle nuove tecnologie, ha pubblicato Il corpo virtuale (Muzzio, 1996); e con Domenico Gallo, Houdini e Faust. Breve storia del cyberpunk (Baldini & Castoldi, 1997) e Philip K. Dick, La macchina della paranoia (Agenzia X, 2006).

Sending
User Review
0 (0 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × due =