Doppia dimensione di Roger Zelazny

Due romanzi brevi vincitori del premio Nebula, per attraversare le dimensioni visionarie di uno dei maestri della science fiction internazionale. Il boia torna a casa (Home is the Hangman, 1976): Zelazny indaga ciò che è buono e ciò che è cattivo: in un mondo in cui gli archivi informatici sono unificati, un programmatore ha l’occasione di far completamente sparire la propria esistenza. Per poi assumere gli incarichi che nessun altro vuole… Il creatore di sogni (He Who Shapes, 1965): Il dottor Charles Render usa una macchina per entrare nei sogni dei pazienti, alterandoli e modellandoli per curare traumi, abbattere barriere e migliorare lo stato mentale. Ma come sta davvero il dottor Render, che ha in mano la salute mentale di altre persone? Zelazny gioca con Jung e Freud per un’esemplare rappresentazione del carattere umano. All’interno, un approfondimento sull’autore a cura di Sandro Pergameno: Roger Zelazny, signore dei sogni. E per la rubrica Interventi, la seconda parte di Dopo il terraforming.

Editore: Mondadori199 pagine
Collana: Urania CollezionePrezzo: € 6,90 / € 4,99
Numero: 223Copertina flessibile / Ebook
ISBN: 9771721642367In vendita dal 4 agosto 2021

Roger Zelazny

Nato a Euclid, in Ohio, nel 1937 e morto a Santa Fe, nel 1995, è stato un prolifico autore americano, famoso per la sua capacità di mescolare mitologia e fantascienza. Ha vinto tre premi Nebula e sei premi Hugo, di cui uno per Signore della luce (1968, Lord of Light, Urania Collezione n. 45) e un altro per Io, l’immortale (1966, This Immortal, Urania Collezione n. 55). È stato anche fonte di ispirazione per autori del calibro di George R. R. Martin e Neil Gaiman. Tra i suoi romanzi comparsi in Urania inoltre ricordiamo: Psyconegozio (1998, Psycoshop, Urania n. 1594), Occhio di gatto (1982, Eye of Cat, Urania n. 1677), Il signore dei sogni (1966, The Dream Master, Urania Collezione n. 149), Morire a Italbar (1973, To Die in Italbar, Urania Collezione n. 201) e La pista dell’orrore (1969, Damnation Alley, Urania Collezione n. 214).

Sending
User Review
0 (0 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici + cinque =