Scrivere fantascienza. Riflessione e rifrazioni di Robert Silverberg

Robert Silverberg ha espresso i suoi pareri e le sue impressioni sulle riviste sci-fi più note del suo tempo, da Galileo Magazine ad Amazing Stories alla Asimov’s Science Fiction Magazine. Scrivere fantascienza, nella sua edizione italiana, raccoglie a partire da quell’insieme le pagine che affrontano la scrittura, in particolare di genere. Un insieme di consigli e suggerimenti su come approcciarne e risolverne le questioni, gli entusiasmi e i pericoli e, soprattutto, le tecniche. Il viaggio di Silverberg nella scrittura termina infine con una carrellata di grandi autori, da Isaac Asimov ad Harlan Ellison a Philip K. Dick, ricca di commenti e aneddoti personali, restituendoci così l’atmosfera di un periodo irripetibile della storia del genere.

Editore: 451Prezzo: € 16,00 / € 7,99
ISBN: 9788834920084Copertina flessibile / Ebook
212 pagineIn vendita dal 15 settembre 2021

Robert Silverberg

Unanimemente riconosciuto come uno dei massimi autori della fantascienza contemporanea, è nato a Brooklyn (New York) il 15 gennaio del 1935. Iniziò a scrivere SF d’avventura negli anni ’50, diventando ben presto uno degli autori più famosi e prolifici e ottenendo il premio Hugo come autore più promettente del 1956. Durante la metà degli anni sessanta però, spinto dal desiderio di dimostrare a se stesso e agli altri le sue capacità di vero scrittore, e di essere in grado di realizzare anche opere di qualità, Silverberg impresse una svolta decisiva allo stile dei suoi romanzi, iniziando a produrre opere di maggiore impegno umano e letterario. Tra gli scritti più importanti di questo secondo periodo ricordiamo Ali della notte (con cui vinse anche un premio Hugo), Brivido crudeleTorre di cristallo, forse la sua opera più completa e riuscita, Vertice di immortaliParadosso dei passato, e Mutazione, che si inserisce in quel gruppo di romanzi dedicati da Silverberg alla descrizione e all’esplorazione dell’esperienza mistica della trascendenza.

Sending
User Review
0 (0 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × tre =